Un bel numero di iscritti registrato nel weekend del 17-18-19 Novembre sul “Circuito Internazionale di Viterbo” dove si è conclusa la Coppa Italia 2017.

Tre piloti del Team Palmisano Karting sono scesi in campo, in KZ2 Luigi Musio, KZ3 Junior Francesco Fanelli e in KZ3 Under Giuseppe Marzulli.

 

LE GARE

 

KZ2 Non buone le prove ufficiali per Musio Luigi, che non riesce a guadagnare la pole position come la settimana precedente, ma concludendo con un quarto tempo. La griglia di partenza per la pre-finale vede il pilota del Team Palmisano Musio in prima fila, affiancato dal poleman delle crono Burran, alle sue spalle Comanducci e Lombardo. Grande emozione per la classe regina sugli spalti. Alla partenza della pre-finale Musio perde il comando sfilando in seconda posizione, ma rimanendo sempre in scia con l’agguerrito pilota Burran. A quasi metà dell’opera il portacolori del Team Palmisano con molta sofferenza lascia la sua posizione al rivale Comanducci, retrocedendo in terza posizione. A soli pochi giri dalla conclusione di questa gara sorprendente, Musio ripassa al comando allungando sui più diretti inseguitori, e si ritrova a trarne vantaggio per un brillante secondo posto.

Buran, Musio, Del Vecchio e Lombardo il quartetto nella partenza della finale. Musio mentre si apprestava ad iniziare la sua gara e farsi notare per prendere il comando andando a pressare la prima posizione di Burran, si ritrova subito dopo la partenza in quarta posizione. Non facile per tutti loro guadagnare delle posizioni, grande livello di concentrazione e tecnica, tutti schierati l uno con l'altro come se fossero legati a ritmo di gara insostenibile. Ben presto,il pilota Musio sembra avere qualche problema tecnico e nel tentativo di resistere si ritrova ad uscire di pista perdendo preziosi posizioni per poi ritirarsi nel corso del settimo giro.

 

KZ3 JUNIOR –. Un weekend non positivo per il pilota barese Francesco Fanelli, che già dalle prove cronometrate del sabato mattina si piazza con un undicesimo tempo, ma facendo tutti i vari calcoli per il punteggio finale, il pilota del Team Palmisano riesce a posizionarsi per la pre-finale in una buona quinta posizione. Attardato allo spegnimento dei semafori in pre-finale Francesco non riesce a sfruttare al meglio la sua posizione di partenza, ritrovandosi in ottava posizione. Fanelli fin da subito si mostra agguerrito di dover recuperare l'errore della partenza, ma dopo soli pochi giri per un contatto ricevuto con altri due avversari ad avere la peggio è proprio il nostro pilota che è costretto al ritiro per problemi tecnici.

Gara non facile quindi quella della finale, in quanto Fanelli è costretto a partire dall’ultima piazza in pre-griglia, ma questo non fa demordere la caparbietà e la concentrazione. Partenza sempre non buona, attardato anche questo volta allo spegnimento dei semafori. Tutto questo non fa scoraggiare il pilota, che già dal secondo giro riesce a guadagnare due posizioni, ma la scalata in vetta continua, portandosi giro dopo giro diverse posizioni. Allo sventolare della bandiera a scacchi Fanelli si aggiudica un buon ottavo posto, avendo un grande margine anche dal restante gruppo dietro di lui.

 

KZ3 UNDERAppannaggio del pilota del Team Palmisano Giuseppe Marzulli  in questo weekend, a partire dalle prove cronometrate che si aggiudica una bella pole position. Bella performance nella giornata di domenica mattina con la pre-finale che lo vede schierato nella seconda piazza d’onore. Partenza agguerrita, nonostante ciò Marzulli riesce a mantenere la sua posizione. Colpo di scena al settimo giro per Marzulli che in un’unica curva per via di un’entrata troppo aggressiva di Ragno e facendosi sfilare anche da Feola, Marzulli sfila in quarta posizione. Finendo questa pre-finale di 12 giri in questa posizione.

Gara altrettanto emozionante quella della finale che vede il pilota del Team Palmisano con il suo nuovo telaio Crg 2018, partire dalla quarta piazza, ma allo spegnimento dei semafori Marzulli si impone sulla Di Munzio. Dietro Marzulli grande lotta alla conquista del terzo posto, ma al decimo giro subisce l’attacco anche Mrazulli, che sempre alla stessa curva riescono ad avere la meglio Corsetti e Feola, sfilando così Marzulli nuovamente in quarta posizione. Nell’ultimo giro grande emozione per il Team perché Feola prende una penalità che lo costringe a retrocedere nella classifica lasciando il terzo gradino del podio al nostro pilota. Nel dopo gara grande colpo di scena per il pilota di Fasano che è costretto a lasciare il gradino del podio per una penalità di 10’’ inflitta nei suoi confronti e lo vedono retrocedere il ottava posizione.

 

 

STAFF PALMISANO

 

 

 

 

  • 0 comment
  • Read 293 times

Leave a comment